Non c’è due senza tre

BonzoMamma e BonzoBabbo molti anni fa sognavano una famiglia numerosa, lei poi già alta un cacio e mezzo sognava come figli due gemelli, maschio e femmina, e un altro maschio più piccolo. Fieramente lo dichiarava ai parenti e affini, che la guardavano stralunati e un pò scettici… perchè fin dai “meravigliosi anni settanta” tre figli erano considerati una bestemmia, il femminismo, il comunismo e le pari opportunità… Motherpillar donna in carriera che scuoteva la testa e NonnoConLeAli che nicchiava.
Ebbene la pazzia è realtà! La pancia della BonzoMamma è abitata da un piccolo esserino di quasi 30 mm con manone enormi e piedoni da hobbit. Ha ancora gli occhietti chiusi o almeno li aveva.
Prima di Natale la scoperta, poi agli inizi di Gennaio… ci sono state alcune criticità, minimali si, però lo spavento è stato tanto. Così BonzoMamma è a riposo ancora per due giorni. E in questi giorni di letto, letture e riflessioni ha potuto finalmente dedicare il pensiero al piccolo sconosciuto che sta arrivando e che spesso si perde nelle pieghe degli altri impegni quotidiani, della cucina, del lavoro, dei Bonzi… sta lì rannicchiato e dorme, sfarfalleggia e nuota, mentre piano piano i suoi piccoli organi si formano e crescono per renderlo una persona. E’ silente così come ogni fratello o sorella che arriva terzo, per ora almeno.
E BonzoMamma lo apprezza per questo suo essere discreto e spettatore di una vita complicata, divertente e straordinaria.
Intorno alla BonzoFamily l’atmosfera è rarefatta, alcuni sono felici spudoratamente, altri non l’hanno presa bene, molti hanno gridato alla follia. BonzoMamma ha risposto che adesso voteremo solo UDC che abbisogna il quoziente familiare… si è depressa un pò per le critiche… si è commossa con i solidali.
Soprattutto ha scoperto che la sua età è da parecchi considerata critica, e così si sente un pò commiserata.
La cosa è urticante, irritante e snervante. Però lei che “chi si ferma è perduto” non è propriamente una che si riposa anzi, è viva solo quando fa fa e fa.
E allora ignora le occhiate preoccupate e per ora si riposa, poi seguirà il suo istinto e la sue essenza per gli altri 6 mesi e mezzo… fino a quando il piccolo o la piccola saranno qui con noi.