Aumento asili nido a Roma… di stangate agostane

”Tu vacci in ferie, tu prendi l’occasione di riposarti con la tua tribù, o meglio la tua famiglia circense in giro per l’Italia, anzi in giro per le case di famiglia. Decidi poi alla luce di una di quelle offerte imperdibili che una settimana di vacanza fuori, voi 5, beh ve li meritate tutti. A una cifra ragionevole la BonzoFamily si concede una settimana ontheroad in Slovenia. Ecco. Una  Tu ipotetica e immaginaria se la doveva concedere, un’Arianna senza figli, perchè io,quest’Arianna qua come leggerete tra poco, non potevo permettermela!

Scopro, infatti, tornando il 30 agosto grazie a Micaela su Facebook che l’esenzione della retta asilo nido per il terzo figlio a Roma non esiste più. O meglio esiste per chi ha un’ISEE inferiore a 10mila euro. Cioè non noi.
La mia famigliola, che ormai di ceto medio ha solo la classificazione ISTAT, dovrà dal 1 settembre pagare 250 euro (sarebbero 350… ma hai l’esenzione del 30% di sconto se è un terzo figlio). Cioè… scopro di dover tirare fuori 2050 euro in dieci mesi che non erano a budget. Perchè fino all’anno scorso pagavo 0.

Mi precipito a leggere il sito istituzionale del Comune di Roma, dove non trovo nulla in Home page… e perchè in fondo? Mica gli aumenti riguardano tutte le famiglie?

A quel punto scrivo su Facebook all’assessore del mio Municipio, che da brava amministratrice senza poteri mi da il link giusto alla notizia e alle quote
La notizia è datata 29 agosto. Ma prego prendetevela con calma eh. 

Stiamo parlando di 2000 euro! 2000 euro. Me lo ripeto da sabato. Così magari dicendolo diminuiscono.

E scusate la lamentela personale, su di noi l’impatto è notevole, ma per farla breve aumentano tutte le tariffe a seconda della fascia ISEE di appartenenza fino al 15,5% in più.

Chi volesse approfondire e di agire concretamente può iscriversi al gruppo facebook  Contro la stangata delle rette degli asili nido comunali di Roma.