#parolallemozioni Lo stimometro o dei 10 motivi per cui io valgo

La mia autostima è spesso a livello bassissimo, tutti e tutto valgono più di me. E’ una malattia diffusa tra noi donne, tra noi mamme. Sarà colpa di Cenerentola, dell’idea sacrificale del cattolicesimo, del femminismo? Chiunque sia il responsabile, è un’epidemia virale, diffusissima, e, guarda un po’ non esiste vaccino contro la bassa autostima.

Chi è questa sconosciuta che si aggira tra di noi? Ce la presenta wikipedia “L’autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l’autoapprovazione del proprio valore personale fondato su autopercezioni. La parola autostima deriva appunto dal termine “stima“, ossia la valutazione e l’apprezzamento di se stessi e degli altri.”

Conosciamola meglio, facciamo un esercizio di visualizzazione: chiudiamo gli occhi e immaginiamoci la nostra autostima che si presenta. La mia è decisamente troppo bella ed esteticamente irraggiungibile: platinata, alta, porta i tacchi e anvedi tu è anche truccata bene. E’ appena stata dal parrucchiere e scordavo ha gli occhi azzurri.

Emerge dal mio inconscio, questa stronza perfetta e divina. Ho decisamente un problema di perfezionismo. Se il mio desiderio è questo, neanche con la pianta di fagiolo della favola ci arriverò mai. Devo abbassare le mie aspettative. Renderla umana, come sono umana io.

Per questo ho scoperto un bellissimo gioco, appreso al corso di formazione sull’autosviluppo frequentato la scorsa settimana: lo stimometro. Uno strumento per individuare i nostri punti di forza, quelli che amiamo di più, come base di partenza per costruire la propria autostima. 10 motivi per cui mi stimo, non sono pochi, anzi sono moltissimi.

Strumenti per il gioco: silenzio, una stanza tutta per se, penna e carta.

Basta prendere la penna e concentrarsi su cosa stimiamo di noi, vale qualunque motivo dal serio allo stupidissimo. Ecco la mia lista: 

FullSizeRender

  1. la mia capacità empatica di sentire gli altri
  2. la mia capacità di fare molte cose tutte insieme
  3. mi stimo perchè sto dimagrendo lentamente e in modo sano
  4. per i miei capelli (quelli a nido di rondine, si! ma come tengono la piega… loro, nessuno mai)
  5. per il mio talento per la scrittura
  6. per la mia intuizione
  7. per il mio ottimismo e resilienza di fronte alle disgrazie
  8. per la mia creatività e manualità nel creare oggetti o lavori con i miei figli
  9. per la mia sfacciataggine
  10. perchè amo mio marito.

Ogni punto è uscito direttamente dalla mia pancia, senza passare per il cervello. Non sono motivi razionali, nascono dall’ascolto di me stessa, a braccio.

Li ho riletti e ho sorriso perchè sono sgrammaticati, cancellati, senza senso, futili, seri.

Li appendo al frigofero, me li rileggo all’occorrenza e se voglio li riformulo anche

Sono me stessa, non la bionda di cui sopra e mi stringo la mano, volentieri.

You are the best, fuck the rest!

Se vuoi raccontarci una tua emozione, partecipa a #parolallemozioni, il progetto di condivisione tra noi mamme, per toccarci l’anima.

Arianna