Di organizzazione e scleri, mamma sull’orlo di una crisi di nervi

Eccomi qua: 


tratta da web


Questo è il perfetto ritratto di come sto da ieri. L’ing. è in tournè in un’isola greca per una conferenza di lavoro per una settimana. 

7 giorni da single mom
inglesismo egoista che sembre figo detto così
invece di 7 giorni da mamma sola 


E dopo aver preparato in bozza un post su come ci si organizza per una settimana di gestione di 3 figli, perfetto e in linea con le ultime tendenze  di scrittura online, ieri pomeriggio ho simply sclerato: ho mollato due ceffoni ai gemelli. E si ok c’erano i motivi, o forse no. 
Poi ho urlato col piccoletto all’ennesimo versamento di latte per terra dalla tazza, poi siamo usciti, via fuori per un gelato cioccolato e crema. Dovevo respirare e prendere aria, con il colpevolizzante e segreto desiderio di qualcuno a cui lasciarli per farmi un giro, un aperitivo e una cena con le amiche.  

Perchè l’organizzazione messa su è perfetta
  • google calendar degli impegni nani condiviso tra me, tata e nonni digitali
  • passaggi mattutini a scuola equamente divisi tra i nonni e me
  • spesa già in frigo con litri e litri di latte
  • menù a grandi linee già deciso
  • serate per bagnetti già fissati
  • compiti di ciascuno per aiutare la mamma scritti e appesi sulla nostra nuova lavagna adesiva di Tiger 
  • serie di giochini coinvolgenti ma quasi a costo 0 anche
  • supermegapromessa di un pigiama party per venerdi sera con TV e popcorn a gogò

E numeri di telefono di pronto soccorso per qualunque esigenza dal pediatra alla maestra di danza inseriti nei preferiti del mio iPhone e nel cellulare della Tata. 

Ecco non ci sono proprio possibilità di inconvenienti pragmatici possibili. 

Pragmatici appunto, non emotivi, per quelli lo confesso ero superimpreparata. Organizzare la domenica di 3 bambini di 7 e 2 anni invece mi aveva già spompato alle 14 fine pranzo. La passeggiata mattutina, il pranzo e l’idea di dover fare i compiti avevano semplicemente drenato via le mie energie. 
E così ho sclerato
E alla sera ho risclerato perchè la stanza che avevano ordinato, non lo era, anzi era un bordello. E allora a letto senza favola. 

E a notte fonda il senso di colpa era ancora lì nonostante il terzo episodo di Star Trek Voyager serie 7, la mia pillola dell’amnesia. E ho ririsclerato con me stessa litigandoci pure. 

Oggi mi trascino tra un agonizzante senso di colpa, sonno tremendo che non si può guardare star trek fino all’una di notte e pelle sbattuta da eccessi di pizza e carboidrati consolatori. 

Mi sono bloccata, disdetto il dentista per me i figli oggi pomeriggio, solo riposo, nnnananna e coccole per tutti. 

Mi sento una pessima mamma di solito alle trasferte del marito non reagisco così… voi come ve la cavate?






Arianna

9 pensieri su “Di organizzazione e scleri, mamma sull’orlo di una crisi di nervi

  1. Cara single mom, come reagisco?? …ti diro' che forse forse noi stiamo meglio con il papà in trasferta …ma detto questo …uguale uguale e io ho pure un figlio in meno!!
    e soprattutto W la sincerità!! ogni tanto due ceffoni (che poi non ci fan dormire la notte per il senso di colpa) scappano a tutti!!

  2. Franci, credo che la sincerità in un mondo dove tutte le mamme sono mamme perfette non possa non esserci. Insomma a chi non capita di mollarlo un ceffone. Non lo giustifico ma non sono sola, e magari sapendo che sclerare succede un pò a tutti, ecco mi aiuta a non estremizzazre la colpa.
    Il tuo di papà è spesso in trasferta?

  3. Franci, credo che la sincerità in un mondo dove tutte le mamme sono mamme perfette non possa non esserci. Insomma a chi non capita di mollarlo un ceffone. Non lo giustifico ma non sono sola, e magari sapendo che sclerare succede un pò a tutti, ecco mi aiuta a non estremizzazre la colpa.
    Il tuo di papà è spesso in trasferta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: